Nasce a Cracovia, nel 1458. Figlio del re di Polonia, appartenente alla dinastia degli Jagelloni, di origine lituana. Quando gli Ungheresi si ribellarono al loro re, Mattia Corvino, e offrirono al tredicenne principe Casimiro la corona, questi vi rinunciò appena seppe che il papa si era dichiarato contrario alla deposizione del regnante. Impegnato in una politica di espansione, re Casimiro IV (1440-1492) diede al terzogenito l'incarico di reggente di Polonia e il principe, minato dalla tubercolosi, svolse il compito senza lasciarsi irretire dalle seduzioni del potere. Non si piegò alle ragioni di Stato quando gli venne proposto dal padre il matrimonio con la figlia di Federico III, per allargare i già estesi confini del regno. Il principe Casimiro non voleva venir meno al suo ideale ascetico di purezza per vantaggi materiali cui non ambiva. Di straordinaria bellezza, ammirato e corteggiato, Casimiro aveva riservato il suo cuore alla Vergine. Si spegne a 25 anni a Grodno (in Lituania) il 4 marzo 1484. Nel 1521 papa Leone X lo dichiarò patrono della Polonia e della Lituania.

Risultati immagini per DIETA MEDITERRANEA

La dieta mediterranea diventa un lusso per pochi. E nei carrelli dei meno abbienti abbondano sempre più cibi di scarsa qualità. Alimentazioni diverse che nascondono un divario di 'classe' con ricadute negative sulla salute: una cattiva dieta aumenta le patologie e le spese a carico del Sistema sanitario nazionale. E miete 'vittime' tra le persone con minori disponibilità economiche. 

Risultati immagini per bolla speculativa

Chiamatela pure grande bolla, se vi piace il nome. L’idea che l’enorme euforia in Borsa di questi mesi nasconda ancora una volta una grande crisi si sta facendo spazio nelle menti degli osservatori, così come quelle degli operatori. Anche se tutto, all’apparenza, sta andando bene. Wall Street ha segnato record su record. I prezzi delle azioni sono mediamente altissimi, con alcuni settori, come quello energetico, farmaceutico, digitale e della difesa (per tacere della nicchia del settore carcerario) schizzati a livelli stratosferici.

Figlia del sovrano boemo Otakar I, Agnese nacque a Praga nel 1211. Nel 1220, essendo promessa sposa di Enrico VII, figlio di Federico Barbarossa, Agnese fu condotta a Vienna ove visse sino al 1225 quando, rotto il fidanzamento, tornò a Praga per consacrarsi a Dio. Grazie ai Frati Minori, venne a conoscenza della vita spirituale di Chiara d'Assisi. Rimase affascinata da questo modello e decise di imitarne l'esempio. Fondò il monastero di San Francesco per le «Sorelle Povere o Damianite» nel 1234. Insieme a Santa Chiara si adoperò per ottenere l'approvazione di una nuova ed apposita regola che ricevette e professò. Agnese divenne badessa del monastero, ufficio conservò per tutta la vita. Morì il 2 marzo 1282. Numerosi miracoli furono attribuiti alla principessa badessa che venne beatificata da Pio IX nel 1874 e canonizzata da Giovanni Paolo II nel 1989. 

Risultati immagini per CARMELA SENATORE

Un album uscito lo scorso 28 gennaio, stiamo parlando di Anti di Rihanna ed un brano in particolare che ha colpito immediatamente Carmela Senatore, “Love on the brain”, che rientra nei tredici pezzi incisi dalla cantante originaria delle isole Barbados. Il brano, che Carmela definisce intenso e dolce nello stesso tempo, ha da subito suscitato la curiosità e la voglia di cimentarsi nell’eseguirlo con l’unica preoccupazione, iniziale, di non sapere se fosse riuscita a dare lo stesso impatto emozionale all’esterno.

Risultati immagini per MERCOLEDì DELLE CENERI

Il mercoledì delle Ceneri, la cui liturgia è marcata storicamente dall’inizio della penitenza pubblica, che aveva luogo in questo giorno, e dall’intensificazione dell’istruzione dei catecumeni, che dovevano essere battezzati durante la Veglia pasquale, apre ora il tempo salutare della Quaresima.

La Vita Patrum Jurensium, scritta da un suo seguace, ci racconta che Romano per primo ebbe l’idea di isolarsi in prossimità delle foreste Giura. Per la sua fama , il vescovo Ilario di Besancon, lo ordinò sacerdote. Con il fratello Lupicino ed altri seguaci, Romano fondò un grande monastero a Condat, un secondo a Leuconne e un monastero femminile di clausura a le Beaume, di cui fu badessa una loro sorella.

Passione, testardaggine e non solo. Curare il tumore al cervello con gli herpes virus, manipolandoli in maniera tale da renderli innocui per le cellule sane ma in grado di uccidere quelle del cancro, è frutto di anni di studi e di ricerche. Carmela Passaro, 33 anni, di Agropoli, nel prestigioso Brigham and Women's Hospital di Boston spende tutte le sue energie e la sua intelligenza nella guerra contro il cancro. Con risultati che fanno ben sperare.

Francesco Possenti nacque ad Assisi nel 1838. Perse la madre a quattro anni. Seguì il padre, governatore dello Stato pontificio, e i fratelli nei frequenti spostamenti. Si stabilirono, poi, a Spoleto, dove Francesco frequentò i Fratelli delle scuole cristiane e i Gesuiti. A 18 anni entrò nel noviziato dei Passionisti a Morrovalle (Macerata), prendendo il nome di Gabriele dell'Addolorata. Morì nel 1862, 24enne, a Isola del Gran Sasso, avendo ricevuto solo gli ordini minori. È lì venerato, nel santuario che porta il suo nome, meta di pellegrinaggi, soprattutto giovanili. È santo dal 1920, copatrono dell'Azione cattolica e patrono dell'Abruzzo.

Eletto patriarca d’Alessandria d’Egitto, rinnovò il clero scegliendo uomini di provata rettitudine e costruì la grande Chiesa di S. Theonas. Lottò contro Ario dopo aver tentato di convincerlo paternamente. La sua vita e la fermezza con cui condusse la lotta contro l’arianesimo sono tuttora testimonianza del suo senso di giustizia, della sua forza spirituale e della sua integrità morale.

Risultati immagini per ANIMA ITALICA

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO 2017, in concomitanza con la messa in onda de “Un covo di vipere” – nuovissimo episodio della saga televisiva [Rai Uno] del Commissario Montalbano – il designer italiano di esperienze uniche ed esclusive ANIMA ITALICA lancerà ufficialmente il suo tredicesimo itinerario, dedicato interamente alla Sicilia Orientale e a quei luoghi che sono divenuti protagonisti delle avventure del più celebre commissario televisivo italiano.

Il vescovo Luigi Versiglia, salesiano, è uno dei 120 martiri della Cina canonizzati da Giovanni Paolo II il 1° ottobre 2000. Nato nel 1873 a Oliva Gessi, in provincia di Pavia, conobbe personalmente don Bosco. Ordinato sacerdote nel 1895, fu per dieci anni maestro dei novizi nella Casa salesiana di Genzano. Fin da giovanissimo portava nel cuore il desiderio di partire missionario. Così nel 1906 fu scelto come capogruppo dei primi missionari salesiani in partenza per la Cina. Visse il suo apostolato prima a Macao e poi nella regione del Kwangtung, nel Sud della Cina, dove fondò la missione di Shiu Chow di cui nel 1920 divenne vicario apostolico e primo vescovo. Mentre la Cina sprofondava sempre più nella guerra civile, verso la fine del gennaio 1930 si mise in viaggio assieme al giovane confratello don Callisto Caravario (anche lui nel gruppo dei 120 martiri) per raggiungere i cristiani della piccola missione di Lin-Chow. Furono uccisi insieme da un gruppo di banditi il 25 febbraio 1930.

Risultati immagini per L'AMERICA NON è UN PAESE DI BOY SCOUT

All'inizio di Indiana Jones e l'ultima crociata, c'è un episodio in cui Indy non è impersonato da Harrison Ford, ma da River Phoenix. È il momento in cui il giovane boy scout Indy, dopo la fuga dalla gang di tombaroli a cui ha sottratto la Croce di Coronado, riceve in dono dal capo della gang il suo cappello. «You lost today, kid», oggi hai perso, ragazzo, gli dice calcandolgi il suo cappello in testa, «but that doesn't mean you have to like it», ma non è detto che debba piacerti.

Gregorio Magno e Agostino di Canterbury vengono ricordati come gli apostoli degli Angli. Al loro fianco bisogna ricordare anche Etelberto e sua moglie Berta. Nato verso il 552, Etelberto ancora in giovane età divenne il più potente sovrano anglo dell’epoca.Verso il 588 sposò Berta, la figlia cattolica del re franco Cariberto. Dando prova di tolleranza, permise alla sua sposa di continuare a professare la sua fede. Ancora più magnanimo egli si mostrò nel 597 quando accolse la delegazione di monaci inviata da papa Gregorio e guidata da Agostino. Egli ascoltò i missionari e concesse loro di stabilirsi presso Canterbury con facoltà di predicare e convertire.

Giovanni nacque verso il 995 a Palermo, dove la madre, già incinta, era stata portata prigioniera dai saraceni, che l'avevano catturata in un'incursione a Stilo. Istruito dalla madre, Giovanni, all'età di 14 anni, quando seppe delle vicende della sua famiglia, decise di ritornare a Stilo. Qui fu accolto e battezzato in uno dei monasteri della Valle dello Stilaro. Crescendo Giovanni fortificò la sua fede con la preghiera e l'ascesi.