×

Messaggio

Failed loading XML... xmlParseEntityRef: no name

Il Garante, "la Campania non è una regione per disabili" - Campania -  ANSA.it

Le famiglie dei giovani con disabilità ad ogni cambio di ciclo, ed in particolare negli ultimi anni delle scuole superiori, si trovano davanti a scelte importanti per i propri figli, in un momento dove spesso avvertono la stanchezza per aver dovuto sostenere, spesso con fatica, i propri ragazzi durante il percorso scolastico. In questo momento è importante fornire ai genitori un supporto consulenziale di orientamento per aiutarli a fare la scelta più appropriata per valorizzare le inclinazioni dei propri figli e garantire loro un futuro felice.


Il garante delle persone con disabilità della regione campania, Avv. Paolo Colombo, avendo rilevato, nella sua veste istituzionale, tale bisogno sul territorio della regione, intende offrire alle famiglie un servizio di sportello di orientamento “OrientaStudi”, raggiungibile via mail all’indirizzo “Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.”, un supporto di orientamento alla scelta e alla conduzione del percorso scolastico o universitario secondo quanto previsto dalla norma.
“Le famiglie e gli studenti potranno anche ricevere indicazioni e suggerimenti specifici su come accedere e relazionarsi con i riferimenti istituzionali nelle scuole ed università della Campania.
Lo sportello potrà rappresentare per le famiglie un sostegno ed una guida fino a che i servizi universitari preposti non prenderanno pieno carico del percorso universitario dello studente.
Nella mail potete indicare in sintesi i vostri dubbi e difficoltà e verrete contattati per discutere in videoconferenza dei dubbi e delle difficoltà incontrate; oppure, nei casi più semplici, potrete ricevere direttamente via mail le indicazioni necessarie. Il Garante dei Disabili della Regione Campania Avv. Paolo Colombo ha affidato l’incarico di coordinatore del servizio al prof. Alessandro Pepino, figura storica del mondo del sociale in Campania. Il Garante ringrazia sentitamente il prof. Pepino che da anni collabora con l’ufficio e che a titolo volontario lo affiancherà in questa nuova sfida”.