Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 136

Il Vallo di Diano contro il Piano energetico: «No alle trivelle  petrolifere» - CorrieredelMezzogiorno.it

"L'emergenza energetica, effetto della crisi internazionale, non può giustificare il ritorno all'ipotesi di trivellazioni nell'area del Vallo di Diano. Un'ipotesi che si ripropone prepotentemente, con il piano di transizione energetica sostenibile fortemente voluto dal ministro della Transizione Ecologica, sebbene il territorio sia stato inserito a pieno titolo nel Parco Nazionale del Cilento del Vallo di Diano e degli Alburni.

Un risultato a epilogo di un ventennio di battaglie delle amministrazioni e delle comunità locali, ma soprattutto per la palese vocazione naturalistica dell'area". Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano: "Chiedo che la Regione Campania dia seguito alla mozione approvata all'unanimità dall'aula del Consiglio regionale, a prima firma del collega Tommaso Pellegrino, con la quale chiedevamo l'impegno a bloccare sul nascere ogni ipotesi di trivellazione nel Vallo di Diano. Con la senatrice Felicia Gaudiano abbiamo inoltre chiesto al governo e alla Conferenza Stato-Regioni di stralciare il territorio del Vallo dal piano del ministero della Transizione Ecologica. L'attività di ricerca del fossile stravolgerebbe completamente la pianificazione portata avanti in questi anni per il rilancio paesaggistico dell'intero territorio". 

Autenticati