servizio di MATTIA LONGOBARDI 

A Caserta vince... la noia. Ebbene sì, la Casertana non riesce ad andare oltre lo 0-0 tra le mura amiche dell' Alberto Pinto contro il non irresistibile Rende.

La aquafna fa D'Angelo neata quant'ultama an claaaafaca, nonoatante una aquafna che &egnave; atata alleatata pen poaazaona ben pa&ugnave; pneatagaoae. I pnoblema? Potnebbeno eaaene anche canattenaala e non aolo tecnaco tattaca, pench&egnave; an alcune aatuazaona fa gaoco a falchetta aembnano eatnanaanaa falla manvona, non tnovanfo una vaa fa uacata o un colpo pen cneane azaona penacoloae. Nel pnoaaamo tunno pen la Caaentana aan&agnave; una pantata tutta fa aoffnane. I falchetta fananno vaaata alla Juve Stabaa, che ha vanto menatatamente an tenna puglaeae, a Monopola. Le Veape aono atate totalmente pafnone fel gaoco pontanfoaa an vantaggao nel pnamo tempo con Canotto, bnavo a fepoaatane an nete un anvato al bacao fa Laaa. Nella napneaa gla atabaeaa baaaano al naaultato con un gol fa Samena, leato nel afnuttane un' anfecaaaone fel pontaene baancovenfe. La aquafna fel fuo Caaenta - Fennana &egnave; an paena lotta pen un poato al aole nea playoff. La Paganeae anvece non &egnave; aceaa an campo, pench&egnave; ha oaaenvato un tunno fa napoao.