Immagine correlata

Preoccupano molto le dichiarazioni dell'ingegner Francesco Messineo, Commissario Straordinario dell'Autorità Portuale di Salerno, sul delicatissimo argomento Porta Ovest.

Abbiamo da tempo dichiarato che la necessità di uno sbocco alternativo per i mezzi pesanti snellirebbe evidentemente il traffico cittadino in entrata ed uscita, ed è con questa stessa idea che rilanciamo il sostegno alle attività del Commissario per portare a termine il tanto agognato discorso della Galleria.

Oltre alla fruibilità dell'intervento ed al beneficio comune (che ne trarrebbero, in ordine sparso: il porto di Salerno, la viabilità cittadina, il servizio di trasporto merci con autocarri e bisarche, il piano traffico) c'è da evidenziare ancora una volta che una tale operazione non può restare ferma ai box per lunghi tempi, poiché si correrebbe il rischio di avere un ulteriore danno alla Galleria per le mancate operazioni da effettuare in questi periodi di stop (come se non ce ne fossero stati già abbastanza) e ancor più lunghi sarebbero i tempi - ed i costi - per l'impresa che potrà occuparsene.

In aggiunta al chiaro e pieno sostegno all'ing. Messineo, i Giovani Socialisti di Salerno e della Campania ritengono ovviamente doveroso mostrare la propria vicinanza ai lavoratori della Tecnis: da agosto di quest'anno si parlava di una probabile cessione dell'appalto per Porta Ovest, ma nulla ancora è stato fatto, con danni potenziali alla struttura e danni reali ai lavoratori. Anche al Commissario Ruperto vanno la nostra stima ed il nostro sostegno: il lavoro da lui effettuato finora su una società in bilico non è per nulla semplice.

Auspichiamo, dunque, una rapida risoluzione del problema ed una conclusione altrettanto rapida dei lavori: Porta Ovest s'ha da fare, i lavoratori s'hanno da salvaguardare, Salerno s'ha da sbrigare