Domani (domenica 19 novembre), alle ore 19, Flavia Palumbo torna a calcare le tavole del Teatro Genovesi a Salerno per riprendere il suo monologo tratto dalla piéce teatrale “Music Hall” di Jean-Luc Lagarce per la regia di Uto Zhali.

L’opera di Lagarce, che nel 1978 fondò il Teatro della Roulotte, in Italia è poco conosciuta. Definito dalla critica uno scrittore classico e contemporaneo al tempo stesso, Lagarce in Music Hall parla di una «ragazza» e due «ragazzi» e del loro recital da quattro soldi portato in tour nelle bettole delle più dimenticate periferie. Si tratta di un dramma nostalgico e desolante che sceglie una lingua completamente trasversale. Music-hall fa parte di quei testi di Lagarce che evocano una vita che egli stesso, uomo di teatro, conosceva molto bene: quella delle tournée in teatri troppo piccoli, quella delle grandi aspirazioni con pochi spettatori persi da qualche parte nell'oscurità della sala. 

Flavia Palumbo, attrice della Compagnia dell’Eclissi, domani sera vestirà ancora una volta i panni della ragazza, protagonista del monologo, ritratta mentre è nel retropalco di un piccolo teatrino della provincia francese aspettando di esibirsi. Nell’attesa ricorda le alterne vicende delle sue tournèe sui palcoscenici di terz’ordine, in dimenticate periferie tristi e desolate con progressive perdite di certezze e identità. <<Ma l’unica cosa che conta è dare vita allo spettacolo che è come dare vita a sé stessi; anche stasera si va ugualmente in scena nonostante il ridotto spazio scenico tra fondale e proscenio, un unico proiettore, un registratore che non funziona ed il pubblico che non c’è – scrive Uto Zhali nelle note di regia -  Una scenografia minimalista in un retropalco di un teatro di periferia è il luogo dove la ragazza attende di entrare in scena per il suo spettacolo musicale. L’adattamento a monologo senza i personaggi dei due boys è servito a restituire un’atmosfera ancor più solitaria e malinconica intorno alla protagonista che rivive mentre aspetta l’ora di inizio dello spettacolo i momenti significativi della sua carriera e le logoranti tournèe affrontate>>.