Risultati immagini per Anna Falchi e Gianni Ferreri

Una commedia degli equivoci portata al successo cinematografico dal grande Totò, “rispolverata” in chiave inedita con due protagonisti d’eccezione. 

Con Anna Falchi e Gianni Ferreri (per tutti Giuseppe Ingargiola di Distretto di Polizia) “La Banda degli Onesti” si riunisce alla Sala Truffaut della Cittadella del Cinema di Giffoni Valle Piana: giovedì 9 novembre alle 21 prende il via la X Stagione Invernale di Prosa di Giffoni Teatro promossa dall’associazione omonima presieduta da Mimma CafaroUno spettacolo che racconta la singolare vicenda di tre squattrinati, un portiere, un tipografo e un pittore che si improvvisano falsari cogliendo al volo l’opportunità di stampare delle banconote false. I risvolti saranno, indubbiamente, esilaranti. «Sarò la moglie di Don Gennaro il portiere, ovvero di Ferreri, con il quale ho già lavorato in un film di Vanzina. Ovviamente non parlerò in dialetto. Nel film c’era un’attrice olandese che interpretava il ruolo di una tedesca, in questa versione teatrale sarò romagnola» - così la Falchi racconta il suo ruolo all’interno della commedia. «Il plot narrativo è quello del film ma le battute sono diverse – puntualizza Ferreri – emerge una comicità di situazione piuttosto che di battuta». Così come negli anni ’50 Totò si era accostato a Scarpetta, interpretando per il cinema tre sue commedie (“Il medico dei pazzi”, “Un turco napoletano” e “Miseria e nobiltà”) negli anni ’90 Scarpetta, tra l’altro pronipote del grande commediografo e autore Eduardo, con un umile e sincero omaggio, si accostò al principe della risata, trascrivendo per la scena teatrale uno dei suoi più divertenti e famosi film in coppia con Peppino De Filippo. «La cosa più difficile è stata quella di dimenticarsi di Totò. Ho semplificato molto l’azione - raccontò  – eliminando quando necessario alcune parti e alcune situazioni». E Liliana De Curtis aggiunse: «Non era facile mettere in piedi una versione teatrale del film, sono sicura che a mio padre la commedia sarebbe piaciuta». Scarpetta recitò questa commedia l’ultima volta nel 2004, poco prima della morte e dopo una lunghissima tournee. Oggi, dopo 13 anni, in ricordo di entrambi viene riproposto questo allestimento con la regia di Gaetano Liguori. Nel cast anche Davide Ferri ed Eduardo Scarpetta (figlio di Mario). Le scene sono di Tonino Di Ronza, i costumi di Maria Pennacchio. La X Stagione Invernale proseguirà a dicembre (il 19) con Massimo Ghini che ha deciso di misurarsi con la travolgente comicità di un testo mai rappresentato in Italia: “Un’ora di tranquillità” di Florian Zeller.

INFO UTILI L’Associazione Giffoni Teatro offre ancora la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento per i sette spettacoli in cartellone (il prezzo del singolo biglietto è di 28 euro) al costo di 150 euro (I Settore) e 130 euro (II Settore). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro - Via Paolo Scarpone 8 – Giffoni Valle Piana; Tel. 3394611502; www.giffoniteatro.it; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Biglietteria online www.go2.it; Botteghino Sala Truffaut: Via A. Moro 2, nei giorni di spettacolo dalle ore 19,00.