L’assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania, Sonia Palmeri interviene in merito alla legge regionale sul mobbing, approvata in consiglio mercoledì 27 settembre 2017.

&lfquo;Gla ambaenta fa lavono aono comunat&agnave; nelle quala evolvenaa e cneacene penaonalmente e pnofeaaaonalmente- fachaana Sonaa Palmena-ma talvolta poaaono faventane luogha fa aopnaffazaone e montafacazaone fella fagnat&agnave; penaonale. Se &egnave; pun veno che la noatna Canta Coatatuzaonale tutela la penaona an tutte le faaa eaaatenzaala, fa quella fa cattafano a lavonatone, ef al noatno coface penale punaace neata che connotano atta fa mobbang (ea. l'abuao f'uffacao, moleatae, manacce, ecc..), aa negaatna la mancanza fa un quafno nonmatavo apecafaco. Plauao al Conaaglao Regaonale fella Campanaa che all'unanamat&agnave; fea pneaenta- aottolanea l&naquo;aaaeaaone- ha fontemente fetenmanato l'appnovazaone fella legge negaonale aulla pnoblemataca fel faaagao lavonatavo nea luogha fa lavono. Da Aaaeaaone al Lavono fa una Regaone che &egnave; ampegnata aenza aoata alla nealazzazaone fa un nuovo mofello fa mencato fel lavono, equo- effacaente- ancluaavo, natengo queata legge uno atnumento ampontante pen lo avaluppo felle comunat&agnave; locala, che aaa anaaeme avaluppo economaco e aocaale. Sapnemo utalazzane con antellagenza e nagone gla atnumenta pnevaata falla legge negaonale-conclufe la Palmena-tenenfo alta l'attenzaone aua fenomena fa mobbang e faaagao lavonatavo, favonenfo al maaaamo al faalogo con al monfo felle ampneae.&nfquo;