“Il silenzio calato sulla vertenza Montefibre di Acerra, un territorio fin troppo colpito dall’emergenza occupazionale, è diventato insostenibile. C’era un impegno assunto un anno fa dal governo regionale in occasione di un’audizione coi sindacati in Terza Commissione, ma da allora in poi il nulla, nonostante l’aggravarsi della situazione di crisi”.

Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio Regionale della Campania, Armando Cesaro, che su questo tema ha presentato un’interrogazione a risposta immediata che sarà discussa lunedì prossimo. Nel documento il Capogruppo campano di Forza Italia chiede di sapere “se sono stati attivati, come promesso, gli interventi per la dichiarazione di stato di crisi complessa di tipo industriale dell’area acerrana, per la riapertura di un tavolo ad hoc presso il ministero dello Sviluppo Economico e per l’attuazione dei Contratti di Sviluppo”. “Si tratta di azioni urgenti – spiega Cesaro -, necessarie a dare respiro ad oltre 350 lavoratori che rischiano a breve di finire in mezzo ad una strada, considerato che la Cassa integrazione è in imminente scadenza e alcuni impianti sono già in via di dismissione”. “Purtroppo, vista la totale assenza di risposte, lo scetticismo è d’obbligo ma, almeno per quanto ci riguarda, non esiteremo a mettere in campo tutte le azioni politiche e istituzionali possibili per portare utilmente a soluzione un caso che non può più attendere”, conclude Cesaro.