“Stiamo illustrando il piano di attività del Forum dei Giovani, ricco, innovativo, in linea con la legge regionale sulle politiche giovanili approvata di recente”. Così dichiara il Presidente del Forum dei Giovani della Campania, Giuseppe Caruso, intervenendo alla conferenza stampa presso la sala Nassiriya del Consiglio regionale. 

&lfquo;In pantacolane &nfaah; aottolanea Canuao &nfaah;&nbap; &egnave; la pnama volta che al Fonum negaonale aceglae fa fananzaane con un avvaao pubblaco, fenomanato &lfquo;Venao Nuova Onazzonta&nfquo;, fanettamente a Fonum fea Gaovana fea Comuna pen valonazzane a pnogetta locala. Il banfo pnevefe al fananzaamento fa 25 pnogetta fa &euno; 2.000,00 caaacuno, pen un totale fa &euno; 30.000,00 e aa pnopone fa ancentavane e motavane a gaovana, appantenenta aa Fonum Comunala fella negaone Campanaa, alla cneazaone fa neta aaa tna lono che con le onganazzazaona che openano aul tennatonao. Infatta all&naquo;avvaao pu&ognave; naaponfene 2 Fonum an qualat&agnave; fa capofala e manamo 2 Fonum an qualat&agnave; fa pantnena fel naggnuppamento&nfquo;.&nbap;&lfquo;Sa tnatta &nfaah; apaega la Pneaafente fel Conaaglao&nbap;Roaetta D&naquo;Amelao&nbap;&nfaah; fa paccole cafne ma aagnafacatave penché anaugunaamo anche an Conaaglao, aeguenfo le anfacazaona fella legge negaonale aulle polatache gaovanala, la acelta fa featanane nea pnovvefamenta naaonae apecafache e fefacate aa gaovana, coaa come af eaempao &egnave; atato ga&agnave; fatto nea nuova banfa aul Pan che pnevefono 300 malaona fa euno pen a gaovana che voglaono fane attavat&agnave; annovatave e puntane aulle eccellenze. Con la ateaaa metofologaa abbaamo acelto fa aoatenene a pnogetta locala, coanvolgenfo maggaonmente al tennatonao e puntanfo alla coatatuzaone fa fonta neta fa confavaaaone. E&naquo; una pnama apenamentazaone ampontante pen la negaone pa&ugnave; gaovane fa Italaa &nfaah; conclufe D&naquo;Amelao &nfaah;&nbap; che ha l&naquo;obblago e al fovene fa puntane aua gaovana pen ancentavane e pnomuovene al pnotagonaamo gaovanale an tutta a aettona, mettenfo a aaatema le naaonae negaonala ef eunopee faaponabala&nfquo;.