Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa
Visite: 127

PALZZO GIU

Avvocati, magistrati e parlamentari a confronto domani 21 settembre (ore 12.30) a Napoli, nella biblioteca Tartaglione del Nuovo Palazzo di Giustizia, all’incontro-dibattito “Verso la riforma della legislazione penale minorile”, promosso dalla Camera Penale Minorile, dall’Unione Giovani Penalisti di Napoli e da Dimensione Forense.

Dopo i saluti dei vertici di tribunale, procura generale, procura e ordine degli avvocati, introducono Mario Covelli, presidente Camera Penale Minorile; Gennaro Demetrio Paipais; presidente Giovani Penalisti; Francesco Donzelli, presidente Dimensione Forense; Margherita Dini Ciacci, presidente Unicef Campania. Previsti gli interventi dei parlamentari: Francesco Urraro, Gianfranco Di Sarno, Flora Frate, poi di Giuseppe Scialla, Pietro Avallone, Ornella Riccio, Domenico Ciruzzi e Armando Rossi. Modera: Leandro Del Gaudio, giornalista Il Mattino.  “Chiediamo a Parlamento e Governo una riforma della legislazione penale minorile che coniughi il diritto all’educazione con le strutture del processo, che introduca in ogni regione comunità specialistiche per i minori affetti da disturbi psichiatrici da strutturare come le Rems previste per i maggiorenni, nonchè il procedimento di mediazione nel rito minorile per realizzare completamente la finalità educativa dello stesso e infine istituire centri diurni polifunzionali in ogni Comune, che avviino i minori a rischio verso attività di studio, formazione professionale, lavoro, ludico-sportive”, si legge in una nota degli organizzatori.

Autenticati