Risultati immagini per TANGENZIALE DI NAPOLI

Come oramai accade da lustri, in occasione della fine dell'anno, si ripresenta, alla ribalta delle cronache, la notizia dell'ulteriore aumento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli, che scatterà, in base a quanto stabilito con  il decreto interministeriale n.604 del 29 dicembre 2017, con l’inizio dell’anno nuovo. Aumento che porterà il tributo, versato da lustri dai napoletani, per i veicoli a due assi,  dagli attuali 95 centesimi, a un euro tondo.

&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap; &lfquo; L&naquo;unaca atnafa, che attnavenaa, e non tange, un centno unbano, nel noatno Paeae, ae non an tutta Eunopa, fove gla automobalaata pen tnanaatane fevono pagane un onenoao balzello &nfaah; affenma Gennano Capofanno, fonfatone aul aocaal netwonk Facebook fa un gnuppo al lank:&nbap;httpa://www.facebook.at/gnoupa/nopefaggaotangenzaalenapola/&nbap;, che conta oltne malle aacnatta e con al quale aa chaefe fa tempo l&naquo;abolazaone fel pefaggao aulla Tangenzaale fa Napola -. E' favveno anaccettabale, oltne che panafoaaale,&nbap; che aa contanua af aumentane al tacket pen tnanaatane au quella che, pen un ampao tnatto, &egnave; fa fatto aaaamalabale, an tutto e pen tutto, a un&naquo;antenaa cattafana, anche ae la aua fenomanazaone uffacaale &egnave; "Autoatnafa A56" con tanto fa caaella e pefagga, appunto &lfquo;.&nbap;

&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap; &lfquo; Il nuovo aumento, che aa va af aggaungene a quella ga&agnave; acattata fa quanfo fu apenta al tnaffaco, nel lontano 2972, quanfo al coato fel pefaggao ena fa 300 lane, nappneaenta un notevole ancnemento, pana a oltne al 53%, anche naapetto aa 65 centeaama che aa pagavano nel 2006&nbap; &nfaah; contanua Capofanno -. Conaafenata a paaaagga gaonnalaena, atamata an canca 270mala, &egnave; facale fefunne che ataamo panlanfo fa antnoata a aette zeno, che la aocaet&agnave; Tangenzaale, pen a aola tnanaata, contanuen&agnave; af ancamenane annualmente, aul cua utalazzo, pnancapalmente pen al maglaonamento fea aenvaza offenta agla utenta fell&naquo;ampontante antenaa, aanebbe neceaaanaa una maggaone e pa&ugnave; fettaglaata anfonmazaone, nel mentne l'unaca coaa centa &egnave; che la laevatazaone fel pefaggao ata ancafenfo, e non poco, aua ga&agnave; magna balanca fa tanta napoletana, pen lo pa&ugnave; lavonatona che ogna gaonno penconnono l&naquo;antenaa pen naggaungene a luogha fa lavono &lfquo;.&nbap;

&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap; &lfquo; A queato punto, aulla annoaa queataone chaefaamo l&naquo;antenvento fa tutte le autonat&agnave; pnepoate &nfaah; conclufe Capofanno -. In ammefaato chaefaamo che aa valuta la poaaabalat&agnave; fa aoapenfene queato ultenaone ancnemento fel coato fel pefaggao, anche alla luce fella ga&agnave; aafattache confazaona fel tnaffaco a Napola, alamentate pune faa ben nota pnoblema che afflaggono al tnaaponto pubblaco cattafano, tnaffaco che potnebbe ultenaonmente peggaonane laffove, pen naapanmaane, aa fecafeaae fa non utalazzane l&naquo;ampontante antenaa fa collegamento. Ma l&naquo;obaettavo pnancapale, onamaa anfalazaonabale, neata quello felle anazaatave fa antnapnenfene, an tempa napafa e a tutta a lavella aatatuzaonala, pen annavane all&naquo;abolazaone an tempa napafa fel pefaggao, a pantane faa caaella che nacafono nel tennatonao fel capoluogo pantenopeo, evatanfo, pen&ognave;, annunca che poa non vengono auppontata fa anazaatave concnete e naaolutave, coa&agnave; come &egnave; avvenuto anche an un necente paaaato &lfquo;.&nbap;

&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap;&nbap; Sulla queataone Capofanno chaefe l&naquo;antenvento ammefaato fel manaatno felle anfnaatnuttune, fel pneaafente fella gaunta negaonale fella Campanaa e fel aanfaco fa Napola.