Sabato 11 novembre (ore 20), la musica  è protagonista con un Live Act alla Casina Pompeiana ( Villa Comunale a Napoli), per una raccolta di  fondi  per il restauro della storica Chiesa di Gesù e Maria.Il concerto che vedrà esibirsi il giovane cantante Giordano, accompagnato da Peppe Sannino, percussionista (componente da sempre dell’Orchestra Italiana) e  da Michele Montefusco (musicista Orchestra Italiana), si inserisce tra gli appuntamenti organizzati dall' Associazione Euforika e per l’occasione dalla Campania Music Commission (CMC). Entrambe le organizzazioni hanno come mission la valorizzazione dei beni culturali materiali ed immateriali della Campania.

La prima è impegnata, in attività di vario genere rivolte ai giovani della città partenopea, la seconda ha invece uno specifico obiettivo, la promozione, valorizzazione e formazione del comparto musicale regionale. La CMC, infatti contribuendo al progetto di Giordano, porta avanti il suo ampio programma che consiste anche nella valorizzazione delle giovani professionalità campane e nello sviluppo di una industria culturale legata alla musica, di ogni genere. I proventi raccolti con la serata dell’11, verranno destinati  alle iniziative  che  Euforika ha avviato con l’ affidamento della gestione e ristrutturazione della Chiesa di Gesù e Maria, nel cuore della città, sede dell’Associazione e laboratorio e palcoscenico delle tante attività da loro organizzate, anche per il  recupero giovanile.Il musicista, arrangiatore e produttore discografico, Paolo Varriale, in collaborazione con la CMC, produce con l’etichetta Sun-Ra,  Giordano e il suo primo lavoro discografico. Infatti il giovane artista  in questo periodo è in uno  studio di registrazione a realizzare il suo CD. Il live act sarà anche l’occasione per ascoltare in anteprima alcuni brani.

Breve bio: Giordano ( all’ anagrafe Giordano Esposito) è un giovane cantautore napoletano, figlio d'arte.Suo padre, Beniamino Esposito (scomparso prematuramente nel '97), fu un musicista/cantautore, frontman degli "Stimoli frivoli" prima, e uno dei componenti più caratteristici dell' Orchestra Italiana di Renzo Arbore poi.Giordano inizia ad avvicinarsi alla musica intorno ai10 anni, imbracciando la sua prima chitarra. Da lì in poi trova nella musica il suo mondo, una dimensione dove poter trasformare in note ed in parole tutto ciò che sente il bisogno di esprimere.Con il passare degli anni prosegue la sua produzione, portando in giro nei locali i suoi brani e approfondendo con costanza e dedizione lo studio della musica.Attualmente ad affiancarlo nei live, c'è il maestro Michele Montefusco (chitarrista dell'Orchestra Italiana e grande amico del padre Beniamino) divenuto punto di riferimento, e figura fondamentale per il suo percorso.