NEL QUADRO DELLA COSTANTE ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E REPRESSIONE DELLE ATTIVITÀ ILLECITE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE AL FENOMENO DELLA CONTRAFFAZIONE, I FINANZIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI NAPOLI HANNO SCOPERTO IN CITTÀ - ALLA VIA BOLOGNA - UN OPIFICIO CLANDESTINO DOVE VENIVANO PRODOTTI ARTICOLI FALSI.

IN PARTICOLARE, I MILITARI DEL DIPENDENTE I GRUPPO NAPOLI, A SEGUITO DI UN’ATTIVITÀ INFO-INVESTIGATIVA, ACCEDEVANO IN UN DEPOSITO CITTADINO, RICAVATO ALL’INTERNO DI UNA VECCHIA PORTINERIA ABBANDONATA, SORPRENDENDO UN SOGGETTO EXTRACOMUNITARIO INTENTO A REALIZZARE CAPI CONTRAFFATTI DI NOTI MARCHI DELLA MODA. ALL’INTERNO DELL’OPIFICIO ILLEGALE VENIVANO RINVENUTI NUMEROSI MACCHINARI (DA TAGLIO, PRESSE, CUCITRICI E SPILLATRICI), CLICHÈ DI NOTI BRANDS (LOUIS VUITTON, GUCCI, FENDI ED ALTRI) E QUASI 1.500.000 PEZZI TRA BORSE ED ETICHETTE, CHE A BREVE POTEVANO ESSERE IMMESSI NEL CIRCUITO COMMERCIALE ILLECITO. AL TERMINE DEL SERVIZIO VENIVANO SOTTOPOSTI A SEQUESTRO L’OPIFICIO ABUSIVO, I MACCHINARI, I CLICHÈ E LA MERCE RINVENUTA ALL’INTERNO DEL DEPOSITO, MENTRE IL RESPONSABILE, COLTO IN FLAGRANZA DI REATO, VENIVA DEFERITO ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA COMPETENTE PER LA PRODUZIONE DI PRODOTTI CONTRAFFATTI. L’ODIERNA ATTIVITÀ DI SERVIZIO TESTIMONIA IL COSTANTE PRESIDIO ESERCITATO DALLA GUARDIA DI FINANZA DI NAPOLI SUL TERRITORIO A CONTRASTO DELL’ILLEGALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA ED A TUTELA DEI MARCHI DI FABBRICA E DEI CITTADINI ONESTI CHE RISPETTANO LE REGOLE E LA LEGALITÀ.