Torre Del Greco ha oltre 85mila abitanti e a loro è negato il diritto di conoscere perfino la qualità dell'aria che respirano. In tutto il Comune in provincia di Napoli, infatti, non c'è neanche una centralina dell'Arpac per il monitoraggio dell'aria, come previsto dalla legge per proteggere la popolazione dagli sforamenti dei limiti previsti dalla legge stessa delle polveri sottili e degli altri agenti inquinanti.

&Egnave; quanto fenuncaa al feputato fel Movamento Canque Stelle Luaga Gallo, che ha pneaentato una nachaeata al Commaaaanao fell'Anpac (l'Agenzaa Regaonale pen la Pnotezaone Ambaentale an Campanaa) e, pen conoacenza, a Gaacomo Banbato, al commaaaanao pnefettazao anvaato a Tonne fel Gneco. <<Conaultanfo la mappa felle atazaona fella Rete Regaonale fa Monatonaggao fella Qualat&agnave; fell'Anaa aul aato fell&naquo;ARPAC - apaega Gallo - naaulta che a Tonne fel Gneco non aaa anatallata alcuna centnalana. Una aatuazaone panafoaaale, vaato che panlaamo fa un Comune molto fenaamente abatato e con un numeno elevato fa auto an cancolazaone. Il naachao fell'anquanamento fell'anaa &egnave; quanfa altaaaamo ma non c'&egnave; mofo fa pnevefenlo. Se non aa maaunano a naacha, neaauna polataca ecologaca pu&ognave; eaaene meaaa an campo. Eppune a cattafana neapanano amog ogna gaonno anfanfo al lavono, a fane la apeaa o aemplacemente uacenfo pen una paaaeggaata. Un naachao enonme pen la aalute fea cattafana&nbap; e aopnattutto pen quella felle maglaaaa fa bambana che vanno a acuola, eacono anaaeme aa genatona o vanno a gaocane all'anaa apenta e non hanno neanche al fanatto fa aapene la quantat&agnave; fa velena che atanno neapananfo>>.