servizio di ANDREA PETRELLA

Un grande evento di colori e forme. Un connubio tra moda, arte ed enogastronomia per promuovere a 360 gradi l’operosità di una provincia troppo spesso trascurata e sottovalutata.

"Moda e cultura sfilano insieme” è l’appuntamento in programma domenica 22 ottobre 2017 (ore 18.00) nella piazza del Santuario di San Giuseppe Vesuviano. L’evento è la prima tappa della kermesse “Le Eccellenze Campane”, il brand che dal 2008 porta il made in Campania nei maggiori mercati internazionali. Un’iniziativa, quella del 22 ottobre, all’insegna dello spettacolo, della valorizzazione del tessuto imprenditoriale e della promozione delle tante opportunità offerte dai comuni di San Giuseppe Vesuviano, Poggiomarino, Ottaviano e Striano. La kermesse condotta dalla showgirl Raffaella Fico vedrà anche le incursioni sul palco da parte dei comici di “Made in Sud”, Ivan e Cristiano, Alessandro Bolide e Tony Fico. Fra le meravigliose forme artistiche del Santuario di San Giuseppe Vesuviano, la sfilata sarà superbamente interpretata dall’alta moda di Gianni Molaro accanto a brand affermati come Bartin, Loredana Cattolico, Fefì e Hitch. Dopo varie tappe in giro per l’Europa (Spagna, Francia, Svezia, Principato di Monaco) il brand “Le Eccellenze Campane” ha previsto una importante operazione di incoming partendo da San Giuseppe Vesuviano, passando per Poggiomarino, Ottaviano e Striano. I quattro comuni in sinergia tra loro, grazie alle opportunità del POC Campania 2014-2020, attraverso 4 grandi eventi nei rispettivi territori, proporranno ai buyer, agli addetti ai lavori, agli opinion leader, ai tour operator, alla stampa nazionale e al pubblico le eccellenze di queste realtà che si identificano nell’unicità delle materie prime, nel patrimonio artistico di rara bellezza, nei paesaggi esclusivi  e nell’estro degli imprenditori che ogni giorno si confrontano con i più importanti competitor internazionali. Moda, artigianato ed enogastronomia dei territori vesuviani hanno molti aspetti in comune, come storia, tradizione, colori, forme esclusive e una forte capacità attrattiva sui mercati, ma hanno anche l'esigenza di creare un marketing più incisivo e globale insieme a un sistema di tracciabilità che identifichi produzioni e materiali campani, contrastando efficacemente fenomeni malsani sempre più dilaganti come la contraffazione che genera il maggiore inquinamento nei territori e le importazioni illegali dovute ad una degenerazione deleteria della globalizzazione.