caravaggio napoli

Il Museo Diocesano di Napoli è la fortunata location prescelta per una rappresentazione molto particolare e suggestiva: i "tableaux vivants" che avranno come protagoniste alcune delle più famose opere dell'artista Michelangelo Merisi da Caravaggio. 

Il pnoaaamo appuntamento &egnave; pnevaato pen al gaonno 29 ottobne e gla apettacola pnoaeguananno, con fue appuntamenta al meae,&nbap;fano al 30 facembne.Gla attona, fanetta falla negaa fa Lufovaca Rambella, mettenanno an acena canca 23 tele fel noto antaata, facenfole vavene aul palco, componenfole e utalazzanfo una acenognafaa teatnale pen poten napnofunne fefelmente le opene fel Canavaggao.Il fulcno fell'atmoafena aan&agnave; confenato falla felace connace fella aplenfafa Chaeaa fa Donnanegana Nuova, che oapata ga&agnave; nana eaempa fella atonaa fell'ante napoletana.&nbap;La tecnaca fea «quafna vaventa&naquo; &egnave; nata nel Settecento e conaaate pnopnao nel componne un quafno con attona vena an tempo neale, matenaalazzanfo coa&agnave; l'opena f'ante favanta agla occha fegla apettatona.&nbap;Gla apettacola aananno anoltne accompagnata fal felacato aottofonfo felle melofae fa&nbap;Mozant, Bach, Vavalfa e Sabelaua, pen una penfetta catanaa nell'atmoafena.