servizio di RAIMONDO ADAMO

È affidata alla personale Riflessioni in mostra, a cura dello scenografo, regista e autore Eugenio Tavassi, allestita fino a domenica 29 ottobre 2017, l’inaugurazione della prima stagione di attività al Teatro La giostra/Speranzella81, un luogo di creazione e di ospitalità, d'idee e di confronto costante, apertura creativa attenta ai nuovi linguaggi, al fermento culturale del territorio e alle molteplici forme espressive.

Ubicato in Via Speranzella 81 a Napoli (a sinistra sulle scale di piazzetta Augusteo), lo spazio nel cuore dei Quartieri Spagnoli, ex Officina Enel, recuperato e rimesso in funzione dall’impegno de La giostra teatro e dell’Associazione da cui nasce, diventa, oggi, un nuovo “Teatro di territorio”. Il Teatro La giostra/Speranzella81 diviene, così, spazio multidisciplinare, impegnato in produzioni indipendenti, ospitalità e condivisioni nazionali e internazionali, progetti di formazione teatrale rivolti a professionisti e non, con particolare attenzione ai giovani dei Quartieri Spagnoli e alle comunità di immigrati. E’ questa la nuova sfida de La giostra, un teatro di produzione a Napoli per anni sprovvisto di sede, dopo un intenso lavoro ventennale nella periferia ovest di Napoli (Pianura e Soccavo). Il gruppo fondato da Maria e Valeria Tavassi, direttrici artistiche del teatro, è sul territorio dei Quartieri Spagnoli da giugno 2016, e portano avanti, insieme a un gruppo di attori giovani e meno giovani, parte dei quali fondatori della compagnia omonima, un progetto sperimentale legato allo sviluppo di questo nuovo spazio, recuperandolo e restituendolo alla città.La prima stagione teatrale del Teatro La giostra/Speranzella81 vedrà alternarsi, in scena, opere di artisti, nazionali e internazionali, tra i quali Sergio Longobardi, Andrea Renzi, Marie Lauricella, Venovan, Bruno Tramice, Ettore Nigro, Luciano Travaglino, Félicie Fabre, Valeria Simone, Melita Poma, Arnaud Caron, Jean-Paul Denizon, Massimiliano Rossi, Massimo Masiello, Ernesto Lama, Maria Angela Robustelli, Fortunato Calvino, Sergio Colicchio, Paolo de Pascale. Sedici appuntamenti in programma che, dal prossimo novembre fino a maggio 2018, tracceranno i contorni della prima stagione teatrale della sala in via Speranzella, le cui scelte sono orientate sulla varietà di linguaggi e contenuti, articolate in maniera omogenea all’intero programma artistico, di cui la stagione diverrà espressione.  A inaugurare la stagione teatrale, venerdì 10 novembre, sarà lo spettacolo Bastavamo a far ridere le mosche di e con Sergio Longobardi, che firma la regia con Raffaele di Florio, presentato da Compagnia Babbaluk con il sostegno alla creazione del Théâtre Du Parc De La Villette (Napoli/Parigi) e I Teatrini di Luigi Marsano. Sempre a novembre, da venerdì 22, la Compagnia ISIS di Parigi presenta Moi qui marche attori e pupazzi manipolati a vista per adulti e bambini da Melita Poma, Arnaud Caron, Jean-Paul Denizon, quest’ultimo anche regista della messinscena. La programmazione di dicembre inizierà, venerdì 1, con Io tra di voi di Gianmarco Cesario e Antonio Mocciola, con Massimo Masiello e, al piano, Mariano Bellopede. Da venerdì 15 dicembre, Cie. La Girandole (Montreuil, Ile de France) presenta De Dario Fo et Franca Rame di e con Luciano Travaglino e Félicie Fabre, omagio scenico ai due artisti italiani in due tempi: Sesso? Grazie tanto per gradire e Johan Padan alla scoperta delle Americhe. La programmazione del nuovo anno avrà inizio, venerdì 13 gennaio, con lo spettacolo Treni strettamente sorvegliati di Boumil Hrabal, di e con Massimiliano Rossi, presentato da Taratatà Produzioni (Napoli). Da giovedì 1 febbraio, la Compagnia ACASĂ di Bari presenta H24 _ Acasǎspettacolo collaborativo a cura di Valeria Simone, di e con Belen Duarte, Arianna Gambaccini, Marialuisa Longo Adriana Gallo, Laura Graziosi, Annabella Tedone. Lo spettacolo è stato Finalista al Premio Cassino Off 2016. La giostra teatro in collaborazione con Teen Theatre, da venerdì 8 febbraio, porterà in scena, in prima assoluta, Midnight in Paris uno spettacolo di Maria e Valeria Tavassi, con Marianna Robustelli, Maria Angela Robustelli, Luca Narciso, Andrea Narciso. Ancora a febbraio, da martedì 20, Teatro Bellini di Napoli in collaborazione con Teen Theatre presenta Tiny Dinamite di Abi Morgan, con Bruno Tramice, Ettore Nigro, Clara Bocchino, per la regia di Bruno Tramice. Teatri Uniti inaugurerà la programmazione di marzo, venerdì 9, con Un sasso nella testada Spider di Patrick Mc Grath e l’adattamento di Fabio D'Addio e Francesco Paglino, con Francesco Paglino e la regia di Andrea Renzi. Da venerdì 23 marzo, La giostra teatro in collaborazione con Napoli Teatro Festival e Centro di accoglienza Il Castagno di Napoli presenta Via Santa Maria della Speranza da I giganti della Montagna di Pirandello, adattamento e regia Maria Angela Robustelli, con Maria Angela Robustelli, Marianna Robustelli, Tiziana D’Angelo. Ad aprile, da mercoledì 18, la Compagnia M.A.T.I presenta, in prima assoluta, Paradosso sull'attore, libera dissertazione sull’attore modello vagamente ispirata a Denis Diderot nell’adattamento di Raffaele Speranza e Antonio Speranza, con Ernesto Lama e Antonio Speranza e la regia di Ernesto Lama. Sempre ad aprile, da venerdì 27, Pentoniero Productions presenta Venovan Pianopreparato fiabe musicali dell’alto casertano, concerto/spettacolo di Michele Colucci in arte Venovan. La programmazione del Teatro La giostra/Speranzella81 si concluderà con il debutto in prima assoluta, venerdì 24 maggio, di Persona/Les Masquesuno spettacolo di Marie Lauricella, con Benjamin Balthazar Lebigre, Anaïs Nicolas, Eirina Patoura, Déborah Weber, Hyemin Yang, presentato da Theatre du Peuple Lie con il sostegno alla creazione del Theatre Du Mouvement, Spedidam, Fondation De France. Parallelamente alla stagione teatrale prenderà vita Officina Speranzella, progetto di formazione e post-formazione teatrale per attori professionisti, per allievi attori e per non professionisti con particolare attenzione ai giovani dei Quartieri Spagnoli e alle comunità di immigrati. L’idea nasce proprio dall’esigenza di questo gruppo di attori, diversi per provenienza e formazione, di sovvertire la catena creativa del linguaggio scenico. Si parte da un punto di vista critico rispetto alla situazione attuale, in cui gli artisti/esseri umani si trovano, ormai sempre più spesso, all’ultimo posto della catena creativa e produttiva, divenendo solo l’espressione finale di un processo creativo di consumo, o ai margini della società. Insieme all’equipe di formatori e operatori de La giostra teatro, che proporranno laboratori per professionisti e non (i non professionisti dei Quartieri Spagnoli parteciperanno a titolo gratuito), la stagione 2017/2018 ospiterà workshop diretti da Jean-Paul Denizon (attore e regista assistente storico di Peter Brook), dal 25 al 27 novembre 2017, Massimiliano Rossi, dall’8 al 10 gennaio 2018, Sara Sole, dal 15 al 18 gennaio 2018, Lena Lessing (Actors Studio), dall’8 all’11 febbraio 2018, da Alessia Siniscalchi, dal 2 al 6 aprile 2018.