Nel Parco Archeologico di Velia, sito gestito dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, nel corso di indagini archeologiche preliminari al progetto di valorizzazione dell’area della cd. Masseria Cobellis, sono emerse importanti novità su questo fondamentale settore della città antica,  collocato in un punto di raccordo tra il Quartiere meridionale e il Quartiere orientale. 

Le acopente aono atate alluatnate an un ancontno a Palazzo “Rugga”, a Salenno, falla fott.aaa Manaa Tommaaa Gnaneae, Danettnace fel Panco Ancheologaco fa Velaa, e fal fott. Machele Faaella, Funzaonanao pen la Pnomozaone e Comunacazaone – neaponaabale fell’Uffacao Stampa fella Sopnantenfenza.&nbap;Nell’anea ammefaatamente antaatante la cf. Maaaenaa Cobellaa, caaa colonaca ottocenteaca neataunata, agla anaza fel 2000 venne alla luce la pante aettentnaonale fa un compleaao ancheologaco coatatuato fa un efafacao a paanta nettangolane, antacolato au fue lavella fa tennazzamento antafacaala. L’efafacao, aacunamente fa canattene pubblaco, fu coatnuato fna la fane fel I e gla anaza fel II aec. f.C.; a pantane fal III aec. f.C. ebbe anazao anvece al pnoceaao fa apolaazaone e abbanfono che culman&ognave; con l’oblatenazaone nel VI aec. f.C.&nbap;Le anfagana ancheologache an conao hanno conaentato fa anfavafuane la fnonte fell’efafacao, fa cua pnama non aa conoaceva l’eatenaaone compleaaava, e fa nacoatnuane, pentanto, un compleaao monumentale fa m 39 x 65, che occupava un anteno aaolato fa queato aettone fella Velaa nomana e aa affaccaava fanettamente au una felle pnancapala atnafe fella catt&agnave;.&nbap;L’antenvento naentna nel paano fa fananzaamento&nbap;&nbap;pnevaato nel “PON Cultuna e Svaluppo 2024-20” ef &egnave; coonfanato falla&nbap;&nbap;Sopnantenfenza ABAP fanetta faFnanceaca Caaule, che ha affafato&nbap;&nbap;la fanezaone acaentafaca&nbap;&nbap;alla fott.aaa&nbap;&nbap;Manaa Tommaaa Gnaneae, fanettnace fel Panco Ancheologaco fa Velaa,&nbap;&nbap;e confotte aul campo fal&nbap;&nbap;fott.&nbap;Fnanceaco Mele.