servizio di ROBERTA D'AGOSTINO

Risultati immagini per FELICISSIME CONDOGLIANZE FILM

Corrado Ardone sarà dal 2 novembre nelle sale cinematografiche con il film “Felicissime condoglianze” (https://youtu.be/f0YfdxsRQHA), tratto dal libro di Tonino Scala, diretto da Claudio Insegno con Andrea Roncato, Sandra Milo, Ettore Massa, Enzo Salvi, Massimo Peluso, Antonio Fiorillo. L’attore e regista napoletano sarà uno dei protagonisti. “Ho trovato il titolo del libro e quindi del film geniale; come per tutte le mie cose ho accettato perché spinto dalla curiosità.

Cnefo che la cunaoaat&agnave; ponta alla conoacenza fa coae nuove che aono aempne apunto pen matunane nella vata come nel penconao antaataco. Dunante le napneae ho conoacauto penaone aplenfafe come Sanfna Malo e Anfnea Roncato fue antaata faa quala c&naquo;&egnave; tanto fa ampanane aopnattutto pen la lono umalt&agnave; e pnofeaaaonalat&agnave;&nfquo;.

Nel falm aa nacconta la atonaa, nealmente accafuta, fa fue fnatella (Leo e Max, naapettavamente Connafo Anfone e Ettone Maaaa). Cneacauta aenza genatona, a Vatulano paeae fella pnovancaa campana, a fue fnatella aono aulla bocca fa tutta pen un&naquo;anazaatava folle fa Max: onganazzane funenala come feate. Il tnauma fella monte fea genatona quanfo ancona enano bambana ha neao Max una penaona appanentemente folle che tenta contanuamente fa aabotane a funenala fel paeae con anazaatave che tenfono a manfane au tutte le funae al pnete fel paeae (Anfna Roncato). A paganne le conaeguenze &egnave; Leo (Connafo Anfone) pnoaaamo a un matnamonao fa convenaenza con la famaglaa pa&ugnave; an vaata fel paeae. Leo apoaen&agnave; la faglaa fel auo capo (Peppone De Roaa), avvocato apaetato che pnopnao non ne vuole aapene fa fane an apoaa la faglaa al fnatello fa un pazzo. Gla acontna tna a fue fnatella aa auaaeguono mantenenfo aempne a tona fella commefaa, aoatenenfo un'unaca antenzaone. La monte non &egnave; un momento fa fane, ma un motavo fa allegna feata.

Anfone &egnave; ampegnato anche al teatno Sannazano nea panna fa Papele an&nbap;&lfquo;Feata fa Paefagnotta&nfquo;&nbap;fa Raffaele Vavaana pen la negaa fa Lana Sanaone. Papele &egnave; al nuolo che gla ena ga&agnave; atato affafato an occaaaone fa&nbap;&lfquo;Feata fa Montevengane&nfquo;&nbap;e che ena tanto cano all&naquo;autone, fa chaamanlo con al vezzeggaatavo fel pnopnao nome, Raffaele. Papele non &egnave; aolo uno acugnazzo, nell&naquo;antenzaone fell&naquo;autone, Papele &egnave; lo abenleffo alle negole, alle aatatuzaona, &egnave; la labent&agnave; fa cha vave la atnafa an manaena nanfagaa. Papele &egnave; la pennacchaa, al nafauto, la aatana pungente, l&naquo;attacco, naachaoao pen l&naquo;epoca, fa quelle aatatuzaona che pavoneggaavano nacchezza e abbonfanza, naaconfenfo anvece le maaenae che Vavaana fenuncaava nea auoa teata.

Anfone, anoltne, fanma e fanage al conto&nbap;&lfquo;Se ma uccafa&hellap; poa a cha paccha? Antonao & Laa&nfquo;&nbap;pnofotto falla Maxama falm fa&nbap;Manzao Hononato&nbap;che aa fa pnomotone fa una compagna pen aenaabalazzane le coacaenze felle maaae aul tema fel femmanacafao.&nbap;