Valutare le migliori pratiche gestionali implementate dal Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania – DAC e approfondire tematiche relative al supporto alle PMI che ne fanno parte, all’internazionalizzazione, alle future competenze professionali richieste dall’evoluzione del settore, con specifico riferimento all’Industria 4.0.

Sono gli obiettivi del meeting tra il DAC e l’European Aerospace Cluster Partnership -EACP, la più grande aggregazione mondiale di distretti tecnologici aerospaziali, che si tiene oggi e domani, 19 e 20 settembre, presso il Real Sito di San Leucio, a Caserta. Una due giorni per mostrare alla rappresentanza di ospiti internazionali, guidata dalla coordinatrice Anna Maassen del distretto aerospaziale di Amburgo, un’altra eccellenza storica del territorio e le principali Best practices del Distretto. In particolare: il modello di Governance partecipato e inclusivo; il Catalogo delle Competenze con la nuova analisi dei fabbisogni dei soci; il Software gestionale avanzato X- Manager per il monitoraggio puntuale dell’avanzamento dei progetti. 

Il tutto, nell’ambito di una collaborazione grazie alla quale il DAC ha già ottenuto la qualifica “bronze label”, che certifica l’eccellenza gestionale del distretto. 

L’incontro è stato aperto dal Sindaco di Caserta, Carlo Marino, che ha ribadito il forte sostegno della città al progetto del Parco dell’Aerospazio, e dal Presidente del DAC, Luigi Carrino. 

“Questa riunione – ha spiegato Luigi Carrino- si tiene in Campania, e in particolare a Caserta, a dimostrazione dell’importante ruolo svolto dal DAC a livello internazionale e dell’ottima capacità del Distretto di realizzare una rete cooperativa strategica che, sotto la guida delle imprese leader del settore, faccia lavorare insieme industria e ricerca per il perseguimento dell’innalzamento tecnologico e dell’ampliamento di occupazione stabile e di qualità per i nostri talenti”. 

“Per la nostra città – ha detto il Sindaco Carlo Marino - è motivo di orgoglio ospitare un meeting di livello internazionale come quello organizzato dal Distretto Aerospaziale Campano, che vede a Caserta alcuni dei massimi esponenti del settore su base mondiale. In particolare, sono lieto che per l’iniziativa sia stata scelta la magnifica cornice del Belvedere di San Leucio, il nostro bene Unesco assieme alla Reggia, che si conferma come una location di eccezionale valore, capace di accogliere eventi di grande rilevanza. Il nostro obiettivo è rendere sempre più attrattivi non solo il Belvedere ma tutti i siti più importanti della nostra città, che devono diventare sempre più strumenti di crescita e di sviluppo per l’intero territorio”. 

Nato nel maggio 2009, in particolare, l’EACP raggruppa oggi 42 distretti in gran parte europei fra i quali il DAC. Durante l’Assemblea Generale tenutasi la settimana scorsa ad Braunschweig, sono stati firmati accordi di collaborazione con i cluster di Seattle (USA), Toronto (Canada) e San Jose do Campos (Brasile), nell’ottica di allargare l’integrazione dei distretti a livello mondiale. 

Nell’ambito della partnership, il DAC partecipa al progetto RUE AERO (Reaching Up to Excellence in Aerospace Cluster Management), che ha l'obiettivo di perseguire il rafforzamento del partenariato strategico europeo dei cluster. Il progetto fornisce non solo i mezzi, ma anche la road-map, per migliorare la qualità gestionale, facilitare lo scambio di esperienze e la crescita comune in termini di servizi offerti alle PMI nazionali. 

Il meeting è in programma il 19 e 20 settembre, presso il Real Sito di San Leucio, a Caserta.