Risultati immagini per OLIVICOLTURA

Mercoledì, 28 giugno 2017, alle ore 10 a Telese Terme (BN) presso Aquapetra (s.s. Telesina, 1) il Consorzio nazionale dei coltivatori e produttori olivicoli UNASCO ha chiamato a raccolta il gotha dell’olio extravergine di oliva italiano sul tema “Storia dell’olivicoltura di domani. Tracciamo insieme il nostro futuro”.

L’iniziativa ha lo scopo di esplorare con una modalità innovativa la realtà attuale dell’olivicoltura italiana, delineando anche gli scenari verso cui le scelte politiche, produttive, commerciali e di consumo, porteranno l’olio extravergine di oliva italiano nel breve, medio e lungo periodo.

L’obiettivo ultimo è quello di individuare quali azioni intraprendere già nell’immediato da parte dei protagonisti della filiera olearia olivicola italiana e delle istituzioni per valorizzare al massimo il patrimonio di tradizione, cultura e biodiversità, espresso dagli ulivi italiani e dagli oli extravergine da essi prodotti.

“Consapevoli come siamo che ogni grande cambiamento inizia da un singolo primo passo – sottolinea il presidente UNASCO, Luigi Canino - vorremmo che da questo incontro emergesse una vera e propria road map per l’olio italiano”.

Le scelte di oggi determinano e costruiscono la realtà nella quale vivremo e nella quale cresceranno i nostri ulivi. Secondo Terence McKenna: “I momenti più intensi che l’universo abbia mai conosciuto sono i prossimi quindici secondi”. Quali sono le azioni da avviare immediatamente per creare il mercato, il paesaggio, la cultura, le tradizioni, l’identità del nostro olio? Responsabilmente, dal confronto delle differenti interpretazioni dell’avvenire, costruire insieme le azioni per definire il “sistema Italia”.

“Il futuro – si legge nella presentazione dell’iniziativa - dipende dalle nostre scelte. Oggi, anzi, nei prossimi quindici secondi”.

Dopo l’apertura dei lavori prevista alle ore 10 - affidata al Presidente UNASCO, Luigi Canino - Valerio Cappio, Pasquale De Francesco, tracceranno i macroscenari che possono derivare dalle differenti opzioni oggi possibili per il futuro dell’olio extravergine di oliva italiano. Scenari su cui - condotti dal giornalista Marco Magheri - si confronteranno i rappresentanti della Federazione Olearia Olivicola Italiana FOOI e delle istituzioni, tra cui: David Granieri, presidente FOOI, Giuliano Martino, direttore FOOI, Marco Dipierdomenico, presidente AIPO, Piero Gonnelli, presidente AIFO, Tommaso Loiodice, presidente Assofrantoi, Mario Rocchi, presidente Assitol, Gennaro Sicolo, presidente CNO, Francesco Tabano, presidente Federolio, Carmelo Vazzana, Vice presidente UNASCO.