Risultati immagini per Il ‘birrajeans

Il ‘birrajeans’ adatto per lavorare nei campi dell’Alta Irpinia, degli abiti disegnati per una Onlus salernitana pronti a fare il loro debutto nel mercato dell’abbigliamento femminile e lo stile della moda calitrana che sale in cattedra a Sant’Angelo dei Lombardi.

Sono i 3 progetti che Salvatore Caruso,padre della griffe “Nelle Grandi Fauci”, presenterà domenica 10 dicembre, alle ore 16.30, in una incantevole location ricavata nel borgo castello di Calitri. Il fashion day, patrocinato dal Comune altirpino e dalla Confartigianato di Avellino, celebra i 10 anni di attività della maison calitrana, celebre per il ‘No Wash Jeans’:denim eco-friendly ed artigianale che cambia colore in base ai movimenti delle gambe, divenendo uno stile di vita per chi lo indossa. Il maker calitrano, che nel novembre dello scorso anno fu insignito del premio “Le Eccellenze nelle Imprese” promosso dal Lions Club Avellino Host e dal Lions Club Avellino Principato Ultra, metterà in passerella i capi ‘must have’ che hanno firmato la sua collezione ed indossati da numerose star del piccolo e grande schermo italiano. Una raccolta incentrata sulla lavorazione handmade italiana che è l’anima del brand irpino, sempre più a vocazione internazionale.

Il jeans al sapore di birra

Sarà lanciato a breve sul mercato il denim nato da un accordo di co-branding tra due nomi importanti dell’imprenditoria territoriale. Il nuovo marchio porta infatti la firma congiunta dello stilista Caruso  e Vito Pagnotta, cerealicoltore doc titolare dell’azienda agricola Serro Croce di Monteverde, nota per la produzione di birra artigianale a Km 0.  L’innovativa idea è stata immaginata e realizzata sul modello degli operai itineranti dell’Ovest americano, in particolare minatori e contadini.  Realizzato con un denim sartoriale, confezionato così come esce dal telaio, il jeans garantisce una perfetta e personalizzata vestibilità. Non viene sottoposto a trattamenti nè lavaggi: per pulirlo al meglio è infatti sufficiente parcheggiarlo periodicamente per qualche ora in frigorifero o stenderlo all’aria aperta.  La sfida è partita sei mesi fa negli sconfinati campi dell’Alta Irpinia, dove si coltiva il caratteristico malto d’orzo da cui si ricava la birra monteverdese. Il proprietario del birrificio altirpino, ed i suoi collaboratori, hanno infatti indossato a lavoro il  “No Wash Jeans” di Caruso. Conclusa con successo la fase di sperimentazione, l’appuntamento di domenica 10 dicembre a Calitri alzerà il sipario sul nuovo jeans destinato a vestire il contadino moderno.