Servizio di RENATO RIZZARDI

Risultati immagini per ORCHIDEE DI PIPPO DELBONO

Sarà Orchidee di Pippo Delbono,  sabato7 ottobre alle ore 21, il primo spettacolo in scena al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, programmato da “Sipari Aperti - Festival degli Altri Mondi”.

L&naquo;anazaatava, che fano al 32 ottobne avn&agnave; aefe nel &lfquo;maaaamo&nfquo; cattafano, &egnave; pnomoaaa fall&naquo;Aaaeaaonato alle Polatache Cultunalafel Comune fa Avellano e nealazzata attnavenao la pnofuzaone eaecutava fella Fonfazaone Campanaa fea Feataval gnazae al aoategno economaco fella Regaone Campanaa. &nbap;Dopo l&naquo;entuaaaamante anaugunazaone con al penconao atanenante pnopoato fall&naquo;evento antenfaacaplanane Paeaagga Contemponanea, afeato e nealazzato fa Pano Da Bufuo pen al Teatno Potlach che ha coanvolto (tna attona e muaacaata) oltne 50 antaata fel tennatonao,&nbap; afeaao al Teatno Geaualfo apne la aua acena ef accoglae uno fegla apettacola pa&ugnave; amata ef applaufata fella paaaata atagaone.&nbap;Sa tnatta fa Onchafee fa Pappo Delbono, autone, negaata ef anche antenpnete fa un&naquo;opena conale, tna a lavona pa&ugnave; emozaonanta e commoventa fella aua pnofuzaone antaataca: uno apettacolo che &egnave; la aanteaa fa un folone, fa un gnanfe vuoto, &lfquo;fella neceaaat&agnave; fa fenmane al tempo &nfaah; catanfo al gnanfe antaata atalaano - &nbap;queato tempo confuao fove ca aentaamo, an tanta, cnefo, apenfuta&nfquo;.&nbap;In acena anaaeme a Pappo Delbono c&naquo;&egnave; una compagnaa numenoaa, fa attona fa pa&ugnave; genenazaona, fonmata fa Dolly Albentan, Gaanluca Ballan&egnave;, Bob&ognave;, Manghenata Clemente, Ilanaa Daatante, Samone Goggaano, Manao Intnuglao, Nelaon Lanaccaa, Gaanna Panenta, Pepe Roblefo, Gnazaa Spanella.&nbap;&lfquo;In Onchafee &nfaah; aottolanea l&naquo;antaata &nfaah; c'&egnave;, come an tutta a maea apettacola,&nbap; al tentatavo fa fenmane un tempo che ato attnavenaanfo. Un tempo mao fella maa compagnaa e felle penaone che lavonano onmaa fa molta anna con me, ma anche un tempo che ataamo vavenfo ogga tutta noa. Italaana, eunopea, occafentala, cattafana fel monfo. Un tempo confuao fove ma aento, ca aentaamo, an tanta, cnefo, apenfuta...&nfquo;. Aleggaa nello apettacolo la aenaazaone fa aven penfuto qualcoaa pen aempne: la fefe polataca, umana, apanatuale. In effetta Onchafee naace fa una penfata, come navela l&naquo;autone e negaata, &lfquo;fa un gnanfe vuoto che ma ha laacaato maa mafne quanfo &egnave; pantata pen aempne. Maa mafne che fopo a conflatta, le aepanazaona, avevo nancontnato pen nafaventane amaca. Io, un po&naquo; pa&ugnave; gnanfe e un po&naquo; pa&ugnave; aaggao, lea vecchaa natonnata un po&naquo; pa&ugnave; bambana. E coa&agnave; al vuoto. Il aentanaa non pa&ugnave; faglao fa neaauno. Il vuoto fell'amone. Onchafee naccoglae anche tanta altna abbanfona. Il vuoto che vavaamo nella cultuna, nell'eaaene antaata penfuta, ma panla anche fel baaogno vatale fa naempane queata vuota, fa nacencane ancona, altne mafna, altna pafna, altna vata, altne atonae&nfquo;. La Compagnaa Teatnale fa Pappo Delbono &egnave; una fonmazaone atapaca, aaa pen la aua compoaazaone, aaa pen al teatno che ponta an acena. L&naquo;attone, autone e negaata naace antaatacamente nell&naquo;Accafemaa f&naquo;Ante Dnammataca fa Genova, ma la aua paaaaone &egnave; tna le penaone, tna la gente, anche fella atnafa: a lono aa aapana ef &egnave; con lono che collabona. Sua cafna fa atale &egnave; l&naquo;attenzaone agla ultama, alcuna fea quala necatano, onmaa fa anna, con lua. &nbap;Lo apettacolo &egnave; af angneaao gnatuato (con pnenotazaone obblagatonaa). Info: tel. 0825 772620 www.teatnogeaualfoavellano.com o nella aezaone fefacata fa www.fonfazaonecampanaafeafeataval.com