Risultati immagini per POVIA

Sarà in concerto a Montefusco lunedì 7 Agosto. Giuseppe Povia continua a far discutere con i suoi testi impregnati di stretta attualità. Il vincitore del Festival di Sanremo 2006 con “Vorrei avere il becco” ha affidato a Facebook il suo nuovo brano intitolato Immigrazia. Il tema dei profughi è ripreso in maniera del tutto personale in questa invettiva contro il sistema che ha gestito l’ondata migratoria proveniente dall’Africa.

Una questione particolarmente sentita e contingente anche in Irpinia dove non mancano le polemiche e dove non poche sono state le situazioni di criticità vissute in questi anni.

Dopo il tema dell’omosessualità affrontata in Luca era gay, dopo la bellissima canzone presentata a Sanremo sull’eutanasia (La verità), dopo le tante polemiche scatenate, Povia rilancia un tema sociale e lo fa mettendosi dalla parte di chi grida “stop all’invasione”.

Nella serata di ieri, infatti, è arrivato l’endorsement su facebook di Matteo Salvini che ha definito Povia “un uomo e un artista coraggioso”.

Ma andiamo nel merito della personalissima visione del fenomeno migratorio del cantautore milanese.

“Un tempo i figli crescevano duri – canta Povia in una strofa – perché i genitori erano duri, oggi i figli crescono molli perché siamo tutti molli”. E ancora: “Se non vuoi fare quel lavoro, lo fanno loro lo fanno loro. E mentre fissi il lampadario ti fregano il salario”. E poi: “Il potere veterano, con la scusa del razzismo, vuole fare fuori l’italiano”.

“L’italiano è cotto bene – conclude Povia – sembra proprio un maccherone. Nel frattempo l’immigrato, mentre tu stai sulla sedia, piano piano lui si insedia”.

Il pezzo fa parte del nuovo album dell’artista dal titolo  “Nuovo Disordine Mondiale”. “Una copia 15 euro, due copie 20 euro” – annuncia il cantante su facebook dopo aver giudicato in questo modo chi ha commentato il suo video – “e niente mi prometto sempre di non commentare perchè credo che l’utonto medio face sia culturalmente ritardato..ma poi..i viaggi..i concerti..i Km..e allora mi annoio e quindi ci siete VOI (scritto apposta maiuscolo per darvi grande merito) che mi tenete compagnia”.

Montefusco ospiterà una delle dieci date di Povia ad Agosto. Un artista discusso che continua a far discutere al di là della sua musica e delle canzoni più famose del suo repertorio che sicuramente proporrà nella data irpina del suo tour ma che saranno, inevitabilmente, sfiorate dalle venature politiche e sociali che caratterizzano i suoi testi.